La cantina dei vini e dei formaggi, <br /> il santuario di un hotel di charme a Bonifacio

cantina U Capu Biancu 01

Il luogo

Se dovessimo scegliere una sola parola per definire la cantina dei vini e dei formaggi del nostro hotel 4 stelle, questa sarebbe senza dubbio "tempio". Perché nel nostro santuario noi veneriamo due artefatti. Due prodotti dell'uomo indissociabili dalla cultura gastronomica corsa, di cui sono divini rappresentanti. O, ancora meglio, due prodotti che mostrano tutta la generosità della nostra terra e ci insegnano molto sul duro lavoro fatto dagli uomini.

Vanessa U Capu Biancu 02

Ritratto di un'appassionata

Vanessa, capo sommelier e… guardiana del tempio!

Di cui è come se fosse il sesamo. L'elemento che apre le porte di quel tempio che è la nostra cantina. Un tempio in cui Vanessa si muove con la stessa agilità con cui passa da un vino all'altro. Esplorando, osservando, respirando a pieni polmoni l'inesauribile contenuto di un Graal fatto al 90% da vitigni corsi.

La giovane donna lo ammette senza esitazione: al suo arrivo in Corsica non sapeva nulla sui vitigni autoctoni dell'isola. Un'ora di lezione. Una sola ora di lezione in una scuola per sommelier bastava, allora, per evocare una produzione ancora sconosciuta. Tutto questo accadeva dieci anni fa. Oggi i tempi sono cambiati. E il vino corso anche. Vanessa, che ora fa parte dell'associazione dei sommelier corsi, lo sa bene. A forza di girare in lungo e in largo per l'isola, ne ha scoperti tutti i segreti. Ne ha capito la complessità e… se ne è innamorata. "Ho temporeggiato un po' prima di trasferirmi, perché avevo paura di annoiarmi, – ammette la sommelier, che viene dalla regione francese del Centro-Valle della Loira. – Ma per fortuna la curiosità ha avuto la meglio!" Per fortuna, perché oggi Vanessa fa fatica a staccarsi dalla sua nuova patria. Dalle sue tipicità. Dalla sua identità. Di cui percorre ettari ed ettari per conoscere i viticoltori. Ammirando il frutto del loro lavoro. Trovando in molti di loro la stessa generosità dei "piccoli" produttori della natia Valle della Loira, la regione di cui è originaria. Quello che apprezza più di ogni altra cosa è il grande rispetto per la terra: "Più del diploma, è l'esperienza che mi ha insegnato che non è la pianta che svolge il ruolo principale, bensì la terra." E la terra, in questo caso, è quella della Corsica. Una terra ricca di vitigni diversi, di vini diversi di cui Vanessa parla con tutti senza freni.

Degustazione cantina U Capu Biancu

Laboratori di enologia: sulle tracce dei vini corsi

Lo abbiamo già detto: il vitigno corso è unico e complesso. La terra può essere fatta di granito, scisto o ancora calcare. Il sole e la pioggia donano ai vini aromi particolari e tannini misteriosi. L’opera dell'uomo, poi, conferisce loro caratteri forti e sempre diversi. Che talvolta si scontrano. E altre si armonizzano. Vanessa, il nostro capo sommelier, duranti i suoi laboratori di enologia riesce a raccontarli tutti alla perfezione, dando vita a momenti di scambio e di condivisione direttamente nella nostra cantina. Certo, la temperatura è freddina. Almeno all'inizio… Ma basta indossare una mantellina di lana sulle spalle e accomodarsi al nostro rustico tavolo per partire per una vera e propria scampagnata istruttiva tra i vitigni dell'isola. Una scampagnata fatta di sorprese e degustazioni (coronata di formaggi e salumi)! Una scampagnata che può affrontare diverse tematiche:

  • iniziazione al vitigno corso,
  • alla scoperta dei giovani viticoltori,
  • il vino e il formaggio,
  • il vino e il cioccolato,
  • il vino e la natura, ecc.